IL CAMMINO DELL'ESILIO

HOME / I LUOGHI / IL CAMMINO DELL’ESILIO

Dopo 20 anni trascorsi in Luxeuil, Colombano e alcuni dei suoi più stretti seguaci furono banditi dalla Regina e dal Re e comandati di tornare in Irlanda. Scortati dalle guardie, si diressero a ovest verso il porto di Nantes, fermandosi a Besançon, poi lungo il fiume Loira.

La rotta dell’esilio segue lo stesso percorso.Una tappa importante termina a Tours, dove Colombano ha reso omaggio alla tomba di San Martino. Raggiunto il mare, dove una barca stava aspettando, il vento cadde miracolosamente e le guardie, spaventate dal potere del sant’uomo, liberarono i loro prigionieri.

La rotta dell’Esilio si dirige quindi verso nord e nord-est, come fece Colombano, ritornando attraverso la Bretagna e la Normandia e passando per Parigi, fino a giungere nella valle della Marna. In questa zona, il “Pays de Brie”, ci sono una serie di importanti siti monastici che possono essere visitati, tra cui l’Abbazia di Jouarre e di Faremoutiers, entrambe ancora attive.

Colombano quindi si diresse a est verso Metz e la Germania, quindi risalì il Reno per dirigersi verso l’attuale Svizzera.  

Logo